A Bosto per una partita “ordinaria” ??

(sabato 2 dicembre)

Torno a Bosto oggi pomeriggio per una partita apparentemente tranquilla e ‘di facile gestione’ (!! forse ?), ma che si rivelerà tutt’altro che una formalità per ambedue, tra la squadra under 16 ‘A’ locale di Giadini contro Bergoro Volley di Fagnano Olona. In una classifica ormai “sgranata” le due compagini militano tra le “seconde fila” !
Bergoro parte subito forte (0-4), il sestetto si mostra subito aggressivo e “a tutto tondo”, molto attivo a muro – anche se non infallibile – e riesce a tenere a bada le avversarie, non da meno (8-12 e 11-17 al giro di boa). Di fatto, le ragazze di coach Giadini paiono un pò “limate” per come me le ricordo e qua e là peccano in leggerezze. Benché capitan Flossi capitalizzi un buon turno in battuta (break di 6 punti per il 21-22 da 15-18), le ospiti portano a casa il primo set.
Al ritorno in campo Folgore si presenta più reattiva e coesa, disputando forse il set migliore quanto a dinamiche di gioco dimostrando le sue “armi” migliori. Nuovo stravolgimento nel successivo con Bergoro che vuole crederci, realizzando il “colpaccio” fuori casa, mentre le locali non riescono a … impattare sul parziale ( 17-25).
Cresce l’intensità dentro e fuori, un paio di indecisioni arbitrali che accendono’ gli animi. Si procede punto a punto praticamente, con Bosto che si trova in vantaggio 11-8 al giro di boa e complice un pò di ” lavoro sporco” della prima linea avversaria (leggi invasione a rete) , unita a una scarsa produttività, si impone 25-14 portando il match al tiebreak.
Set di spareggio che inizia bene per la squadra di casa -84-0) ma poi con Scandroglio in battuta e un bel dialogo del gruppo Bergoro si porta avanti 10-4. Folgore al cambio campo cerca la risalita, non certo facile a questo punto, sprecando però alcune buone palle sul finale (leggi “servizio-out”).

Dalla gara di oggi apprendo o meglio focalizzo che su certe azioni che possono andare appannaggio dell’una o dell’altra squadra non è facile dal punto di vista arbitrale tornare indietro sulla propria primaria decisione, benché ciò sia previsto dal RdG, in particolare in determinati contesti/situazioni di gioco.

 

Senza storie invece la designazione domenicale tra le due formazioni under 13 di CSI Luvinate e San Pietro di Cassano Magnago; “prima stagionale” con queste ultime. In poco più di un’ora di gioco le locali liquidano la pratica con un perentorio 5-0; solo nel quarto set San Pietro si fa vedere approfittando di qualche leggerezza di Luvinate mettendo alla prova la contraerea avversaria (finale 17-14).

Probabilmente San Pietro paga in parte la giovane età delle atlete nonostante la loro buona volontà (infatti le si vedono correre su ogni pallone) e dunque pesa ancora la variabile “inesperienza”; dall’altra CSI Luvinate, in testa al girone, si conferma essere una squadra aggressiva e duttile con pedine importanti e ben mature che non rinunciano a sciorinare attacchi di tutto rispetto (vedi capitano in posizione 2 o 4).
Diverse sono le fatidiche palle morte che cadono dal bordo superiore della rete dall’una e dall’altra parte, cogliendo di sorpresa chi riceveva ! …

Pubblicato in Parlando di Volley .. | Lascia un commento

Monetizzare con Google Adsense -1

(venerdì 1 dicembre)

Pubblicare e gestire un sito Web popolare e magari poi apprezzato è senz’altro una grande soddisfazione per i comuni mortali !! Esiste però un’altra soddisfazione, altrettanto grande, che per alcuni è un vero e proprio “motivo di vita”: rendere il proprio sito remunerativo.

Neanche il Web sfugge alle leggi della pubblicità e, anche in questo campo, l’advertising è una delle forme più diffuse per guadagnare dal proprio sito.

Nel Web advertising c’è chi pianifica campagne pubblicitarie e chi le espone. I primi sono chiamati inserzionisti, i secondi sono definiti publisher.

 

L’arte del Web nasconde imprevedibili sorprese anche per chi, semplice blogger o appassionato, nella sua attività “in piccolo” riesce a pubblicare e gestire un proprio lavoro web, ancor più se apprezzato. Una potenziale valore aggiunto che si nasconde ai più forse è la possibilità di rendere la propria “fatica” remunerativa.

L’Advertising (= ‘pubblicità’) imperversa anche ne mondo del web per il quale rappresenta da pochi anni la principale forma per guadagnare con il proprio sito.

Parlando di ‘Web Advertising‘ occorre distinguere fra chi pianifica campagne pubblicitarie (‘Inserzionisti‘) e chi le espone (‘Publisher‘): semplicemente, questi gli ultimi scelgono di affittare degli spazi per ricavarne un profitto.

Uno dei pacchetti più blasonati e famosi in tema di circuiti pubblicitari è Google Adsense. Pur se estremamente intuitivo nella sua interfaccia, per comprenderne al meglio le caratteristiche e per un corretto utilizzo, sono necessarie alcune nozioni di base su diversi aspetti del Web. Quindi, preferibile avere un bagaglio di conoscenze minime di HTML, delle fondamenta di una pagina web e di CSS.

Google AdSense è il programma pubblicitario creato e gestito da Google che consente di guadagnare esponendo annunci testuali, banner pubblicitari ed altre forme di advertising nei propri siti.

Google AdSense è senza dubbio uno dei più diffusi sistemi pubblicitari ad oggi, forse proprio il più diffuso.

Tra gli ingredienti che ne hanno decretato il successo rientrano la possibilità di essere operativi in poco tempo, l’esposizione di annunci altamente targettizzati grazie al sistema di analisi e valutazione di Google, il pagamento secondo il modello pay per click … una rarità rispetto alla maggior parte di molti altri programmi che, ad oggi, pagano esclusivamente in caso di lead (azione) o sale (vendita).

L’iscrizione al programma Google AdSense è gratuita e senza scadenza. L’account è associato ad un Google Account, un sistema di autenticazione alla base di molti altri prodotti di Google come, ad esempio, GMail.

Il publisher inserisce nel proprio sito un codice JavaScript che identifica uno specifico annuncio. Il codice definisce le proprietà e la formattazione dell’annuncio: dimensione, colore, sfondo, bordi, carattere e quant’altro necessario per integrare al meglio la pubblicità nel layout della pagina.

Grazie ad un sistema di analisi personalizzato, Google legge il contenuto della pagina Web che ospita l’annuncio, identifica il tema principale e restituisce, in tempo reale, gli annunci più pertinenti tra quelli a disposizione che corrispondono ai criteri individuati.

Oltre ai testi della pagina, altri fattori influenzano il tipo, il numero ed il contenuto delle pubblicità mostrate. Google tiene in considerazione anche la nazione di provenienza dell’utente, eventuali altri annunci già presenti nella pagina e altre informazioni disponibili per mostrare pubblicità in target e che soddisfi gli interessi del navigatore, invogliandolo dunque a generare un click.

Pubblicato in SEOs, Throught Web | Lascia un commento

San Carlo a tutto campo per OSGB Induno

(domenica 26 novembre)

Bella partita nel tardo pomeriggio alla palestra di via Croci di Induno Olona. Categoris u14, di fronte la compagine locale del coriaceio coach Chiaravalli contro la squadra di San Carlo.
Pur studiate nel riscaldamento (come da ABC dell’arbitro) denoto che sostanzialmente le due formazioni si equivalgono quanto a stile e peso, poco fallose nei basilari ! … Si va dunque ad ‘osservarle’ in partita !
E la partita si rivela un match decisamente equilibrato, con San Carlo che cerca di esprimersi al meglio ma a cui OSGB non concede nulla di scontato: a testimonianza i parziali parlano chiaro di parziali .. tirati : 22-25, 23-25, 20-25 (sulla durata media dei 25 minuti !! ..).
Peraltro, dall’una e dall’altra parte dopo un primo set giocato colpo su colpo, si riscontrano diversi errori in battuta, a testimonianza dell’impegno delle giocatrici messo nel precedente (ma che non si è certo esaurito là!), alla pari della tensione agonistica che si respira.
OSGB “sugli scudi” come detto non intende cero gettare la spugna anzi … Nel terzo set cerca di capovolgere la situazione di svantaggio, approfittando di diverse ingenuità della squadra di Varese sottorete e di “confusione” nel sestetto in campo, collezionando un buon break di ora 5 ora 6 punti,. Sotto 18-13, con Olivini in battuta e la presenza delle compagne in campo è capace di ribaltare la situazione e di passare da un break di -6 punti a un +2 …).
Le locali non demordono ma l’illusione dura appena due punti (finale 20-25).

Pubblicato in Parlando di Volley .. | Lascia un commento

Babbo Natale Running a Besozzo … Ohh !!… Oohhh … OoOOhhhh !!

(domenica 26 novembre)

Stamane va di scena a Besozzo la 6^ edizione della ‘Babbo Natale Running’ di Besozzo (.. un pò in anticipo sul calendario !!? … ma tant’é !!).

Ad accoglierci una fredda mattinata salutata da un gelido vento che non accenna a diminuire; neppure il sole splendente non riesce a fare alcunché contro quest “morsa” !!!
Buonissima la partecipazione locale, singoli o famiglie,  soprattutto delle scuole (4 diversi gruppi !!).

 

 

 

 

 

Giungo come sempre di buon anticipo nel centro di Besozzo da dove partirà la manifestazione. Sbrigate le formalità dell’iscrizione e una volta tornato alla macchina, effettuo un breve mesto riscaldamento e subito eccomi di fronte tante facce .. ben note : dapprima l’organizer Mariangela Soma, Pietro Frendino con nipotina, Renato Pegorin che chiacchiera con un amico comune, ex collega di lavoro; poi una volta tornato sul viale principale ecco Marco Tiozzo, il piccolo grande Jacopo col papà – a riposo entrambe oggi … -; gli amici della Sacra Famiglia di Cocquio Trevisago, Lidio Bertoncello e gli altri amici dei 7 Laghi Runners. Mauro Contini, “Elisa Bionda”, Gianni Giamberini, l’amico Gianni Belotti con Francesca e tanti altri ! …

 

 

 

 

 

Poco dopo le 10 dunque il via. dapprima i ragazzi, sull’ordinaria distanza di 2 km, i quali partono un pò alla spicciolata, qualche minuto dopo i partecipanti al percorso lungo di 6,4 km. Proprio le prime centinaia di metri risultano i più scombussolati del percorso, a mio parere, non tanto per “la scelta” quanto forse per la mancanza di una qualche opportuna segnalazione che evitasse, causa un rialzo pedonale, una rovinosa caduta !
I primi km sono decisamente a ritmo sostenuto – anche per il sottoscritto – (‘ .. Mi sa qua pago il conto ! … – vagheggio -; profetico ??).
Dalla centralissima via di Besozzo ci dirigiamo verso la stazione delle FS per poi prendere una laterale che port nella parte antistante – pianeggiante – del paese, per poi riguadagnare la strada principale che nel giro di qualche centinaia di metri ci riporta sotto il gonfiabile.

dove è posta la deviazione fra i 2  i 6 chilometri – … Chi arriva e Chi … aaléee !! -. Questi ultimi prendono per la breve ridiscesa che porta nel quartiere di Bogno dove si incontra la prima asperità di giornata con l’ascesa di via Piave non tanto … tranquilla. Al culmine, deviamo per zig-zagare fra le vie del paese, e ritrovarci sul tratto “alto” della ‘Camminata di S Anna’, organizzata sempre qui a Besozzo nell’ambito del circuito del Piede d’Oro. Dritti lungo via Monteggia prima e via Vasconi poi dunque l’impegnativa via Regina Pirinoli, per tramite della cui sopraelevata torniamo verso la zona abitata. Facciamo così una “capatina”della casa di riposo locale’ (‘Ohh ! Oohhh !! …’) percorrendo a ritroso rispetto a quanti fatto quest’estate nell’ambito della tappa del Piede d’Oro la famelica scalinata.  Riusciti ci dirigiamo per lambire la chiesa prepositurale dei Santi Alessandro e Tiburzio.

Mancano ora press’a poco 2 chilometri quando si scende dalla parte alta di Besozzo per riguadagnare la zona del municipio: dapprima la risalita di via Montello, quindi si raggiunge l’impegnativa risalita nella parte vecchia caratteristica del paese con il suo ciottolato e nei pressi dell’osteria ‘Del Sass’, e così ridiscendere il “Viale dei Tigli” verso ls parte bassa di Besozzo Inferiore e i suoi negozi; ai piedi, brusca deviazione per prendere nuovamente via Vasconi.

Poco più avanti, ennesimo cambio di direzione ed eccoci ridiscendere verso piazza I° Maggio con la sua fontana per le ultime centinaia di metri. Ridiscese via Indipendenza e poi G. Mazzini passiamo davanti al municipio ma quasi inaspettatamente invece di imboccare via Adamoli ci dirigiamo verso piazza Garibaldi in leggera ascesa; qui, a mò di Dulcis in Fundo, ennesima deviazione per l’impegnativa risalita di via Monte Santo attraverso cui si raggiunge la frazione di Cardana … Fortunatamente, di là a poco ridiscendiamo verso via Pasubio e poi R. Pirinoli, la quale corre parallela alla centralissima vis XXV Aprile per le ultime centinaia di metri.

A seguire una lunga “striscia” delle premiazioni che va a far contenti i gruppi come gli improvvisati locali, grandi e piccini, oltre che gli assoluti. Da Emidio, accompagnatore dei ragazzi dell’istituto di Cocquio, un gesto inaspettato: premiato il suo gruppo vedendomi non mi fa mancare un “gimmefive” e mi omaggia di una medaglia ricordo !!

 

 

 

Pubblicato in MondoPodismo | Lascia un commento

Come monetizzare un blog

(giovedì 23 novembre)

Seguendo una delle mie guide, hai imparato come aprire un blog. Questa nuova avventura ti sta dando discrete soddisfazioni e il numero di visitatori del tuo sito sta crescendo sempre di più, adesso però vorresti tramutare in qualcosa di più “concreto” questo successo e cominciare a guadagnare qualche soldo. Non c’è dubbio, è arrivato il momento di fare la conoscenza di Google Adsense.

Google Adsense è il popolarissimo servizio di pubblicità offerto da Google. Grazie ad esso, potrai iniziare a guadagnare inserendo degli annunci pubblicitari automatici sul tuo blog. Non c’è nessun costo di attivazione e sarai pagato per ogni visualizzazione o click fatto sugli annunci dai visitatori del sito. Ecco come monetizzare un blog utilizzando questa soluzione.

Per imparare come monetizzare un blog, collegati al sito Internet di Google Adsense e clicca sul pulsante ISCRIVITI ADESSO collocato in alto a destra per avviare la creazione di un account gratuito sul servizio. A questo punto, se sei già in possesso di un account Google clicca sul pulsante Sì, procedi all’accesso con l’account Google ed effettua il login con i tuoi dati di accesso di Google, altrimenti fai click su No, crea un nuovo account Google e compila il modulo che ti viene proposto per iscriverti a Google.

Adesso inizia la procedura di iscrizione vera e propria a Google Adsense. Segui quindi la procedura guidata che ti viene proposta, digitando nel campo Pubblicherò annunci su l’indirizzo del tuo sito Internet, seleziona dal menu a tendina Lingua dei contenuti la lingua italiana, metti il segno di spunta accanto alla voce Ho letto e accetto di rispettare le norme del programma e sono consapevole che la violazione delle norme potrebbe comportare la disattivazione definitiva degli annunci o dell’account e clicca sul pulsante Continua per passare allo step successivo.

L’ultimo passo che devi compiere in questo frangente è compilare il modulo con i tuoi dati personali (nome, indirizzo, numero di telefono, ecc.) e cliccare sul pulsante Invia la mia domanda per confermare la tua richiesta di iscrizione ad Adsense. Se non ci saranno problemi e il tuo blog non viola nessuno dei termini di utilizzo del servizio, entro un paio di giorni riceverai nella tua casella di posta elettronica il messaggio con il link di conferma per attivare definitivamente il tuo account su Google Adsense.

Una volta effettuato l’accesso, sarai libero di scegliere le forme di pubblicità da inserire nel tuo blog e di personalizzarle in base alle tu esigenze. Fra i tipi di pubblicità disponibili ci sono l’AdSense per i contenuti che permette di inserire annunci pubblicitari con contenuti generati in maniera intelligente in base al contenuto della pagina in cui vengono inseriti, l’Adsense per la ricerca che consente di guadagnare tramite dei box di ricerca personalizzati da inserire nelle pagine del blog (in questo caso, i pagamenti si ricevono solo quando vengono cliccati gli annunci nei risultati delle ricerche) e l’Adsense per i video che permette di inserire dei video pubblicitari anziché degli annunci testuali sul proprio sito.

Per ciascuna delle opzioni scelte, Google ti fornirà un codice che dovrai inserire nelle pagine del tuo blog per visualizzare gli annunci pubblicitari scelti. Se hai deciso di creare un blog con Blogger, la piattaforma gratuita di Google, potrai inserire gli annunci di Adsense semplicemente recandoti nella scheda Guadagnadel pannello di controllo del blog.

I pagamenti vengono effettuati da Google sotto forma di assegno o trasferimento sul conto bancario al raggiungimento della soglia minima di 70 euro di entrate. Le modalità di pagamento puoi sceglierle tu in base alle tue esigenze, ma prima di iniziare a ricevere i proventi delle pubblicità dovrai convalidare il tuo indirizzo indicando nel pannello di Adsense il PIN di verifica che Google ti invierà per posta.

Puoi trovare maggiori informazioni su come monetizzare un blog con Google Adsense, le pubblicità e i metodi di pagamento disponibili sulla pagina di aiuto ufficiale del servizio.

 

(tratto da http://www.aranzulla.it, di Salvatore Aranzulla)

Pubblicato in Pc's, SEOs, Throught Web | Lascia un commento

A Bosto per .. il 300imo gettone (!!!)

(sabato 18 novembre)

Dati alla mano, nonostante due gare “andate a vuoto”, oggi timbravo officiosamente il cartellino delle 300 gare arbitrate (ne mancherebbero poi 10 come arbitro ufficiale effettivo !).
Mi attendono due partite di under 16 a Bosto, col senno di poi posso dire intense e dense di suspense .. mai comunque ci avrai messo la firma comunque !
La prima vede di fronte la compagine ‘A’ locale contro le coetanee di San Pietro di Cassano Magnago; sinora non ho diretto nessuna delle due, perciò come abitudine mi accingo a studiarle già dal riscaldamento ufficiale, traendone ben poco comunque !
Il primo set inizia con le locali che spingono già sull’acceleratore (4-0), ma San Pietro non sta a guardare e risponde prontamente, complice un buon turno in battuta di Mascalchin e ad un buon gioco di squadra (che si dimostra aggressiva) che non rinunci a sciorinare attacchi da seconda linea e a tutto campo sorprendendo la difesa avversaria che si rivela un pò impacciata in ricezione, ribalta il parziale ((7-10). Il match, con i genitori alle spalle, s’infiamma in campo ed assume ritmi intensi. E’ qui che l’arbitro deve essere capace di “fare la differenza” mantenendo alta la concentrazione e la visione a tutto campo (sicuramente – per quel che i riguarda – da migliorare, vedi minuziosità ..).
Pari al giro di boa, Bosto si esalta e letteralmente avverte la necessità di ‘alzare il livello di gioco’ volto a cogliere di di sorpresa le avversarie cosa non certo facile per quanto si vede in campo ! Con Brinza riesce a mettere n cassaforte un break importante (+5, 19-14) e, mantenendo alta la reattività di gioco, conclude 25-23.
Alla squadra di Cassano Magnago la “piega” non piace affatto e, dopo due set vibranti , intensi e qualitativamente TOP per il gioco espresso da ambo le parti (a referto 2′ e 27′ !!) vinto il secondo riesce ad accorciare le distanze.
Di nuovo, Folgore avverte la necessità di “cambiare registro”, ma invano. Si denotano peraltro diversi errori da ambedue le formazioni, ‘.. giustificate’. In vantaggio al giro di boa (10-8), la squadra di casa riesce a mantenersi avanti (19-17), poi le giocatrici commettono alcuni errori ingenui, di disattenzione (il classico è la “palla morta” che cade sottorete) consente agli ospiti di rientrare (19-22) e di incassare poi (22-25).
Si va così al tie-break che si decide di fatto nella seconda parte (8-7 al cambio campo), dove il capitano numero 9 di San Pietro capitalizza il proprio turno in battuta (break di 5 punti per il sorpasso 12-13)e a chiudere con Varini (13-15).
Mrale: 2 ore di partita (.. meglio di così !).

In coda, in campo la u16 ‘B’ di coach Sgrò che ospita la compagine di Atlas San Fermo. Fortunatamente (per me) la partita è meno impegnativa e gravosa della precedente,  e lascia intravvedere un certo divario fra le due squadre.
Risultato perentorio di 0-3 ( 9-25; 17-25; 11-25); sinceramente mi aspettavo qualcosa di più dalla squadra di casa , che è parsa decisamente sfilacciata in campo, ma “onore” ad Atlas che con le sue torrette si presenta bene.

Pubblicato in Parlando di Volley .. | Lascia un commento

Costi consulenza SEO per posizionare un sito su Google

(lunedì 20 novembre)

Sei arrivato su questa pagina perché stavi cercando me, pur senza conoscermi.

Mi chiamo Francesco Margherita e sono un consulente SEO.

Il mio lavoro SEO produrrà per te gli stessi risultati che porta a me.

I costi pubblicati in questa pagina non rappresentano un listino né un tariffario di riferimento, ma solo un’indicazione orientativa che può essere utile per avere un ordine di misura. In ogni caso, un buon Preventivo dev’essere redatto sul singolo caso, prendendone in considerazione le necessità specifiche.

Costi servizi SEO


Costi consulenza SEO

La mia consulenza SEO si esplicita in un report completo e diversificato a seconda del caso specifico. Serve a identificare soluzioni per:

– Gestire l’ottimizzazione SEO per l’indicizzazione di un nuovo sito web
– Migliorare la visibilità di un sito web già online
– Implementare un network di siti
– Uscire da una penalizzazione Google Penguin 2.0

Attività oggetto del report di consulenza SEO:

  1. Valutazione di codice e struttura dei link del sito web per evidenziare gli ostacoli alla corretta indicizzazione;
  2. Valutazione delle parole chiave più opportune per il posizionamento organico su Google;
  3. Valutazione dell’ottimizzazione-SEO e della strategia dei link inbound per i principali concorrenti;
  4. Individuazione delle occorrenze per l’ottimizzazione-seo on page, tenendo specificamente conto dell’usabilità rispetto agli obiettivi business del progetto;
  5. Individuazione di linee strategiche per l’ottimizzazione-seo offpage riguardanti soprattutto gli inbound link;
  6. Analisi (eventuale) del blog interno per individuarne criticità e margini di miglioramento;
  7. Suggerimenti per riparare eventuali attività negative-seo, attraverso segnalazioni e interventi specifici;
  8. Assistenza via email/telefono/skype per n°2 mesi.

Tempo di sviluppo: 30 giorni lavorativi

Costo consulenza SEO € 1.600,00 + iva (una tantum)


Costi ottimizzazione-SEO

(attività interne al sito web)

L’ottimizzazione seo di un sito web è un’attività operativa, che riguarda le modifiche al codice e alla struttura dei contenuti di un sito web, tali da rendere possibile il posizionamento su Google.

Le attività necessarie all’ottimizzazione di un sito web sono:

Ottimizzazione di codice e struttura dei link del sito web per rimuovere gli ostacoli alla corretta indicizzazione;

  1. Individuazione delle parole chiave più opportune per il posizionamento organico su Google;
  2. Valutazione dell’ottimizzazione-SEO per i principali concorrenti;
  3. Ottimizzazione-seo on page, tenendo specificamente conto dell’usabilità rispetto agli obiettivi business del progetto;
  4. Riparazione di eventuali attività negative-seo, attraverso segnalazioni e interventi specifici.

Tempo di sviluppo: 14 giorni lavorativi

Costo medio ottimizzazione-SEO € 1.000,00 + iva (una tantum)


Costi posizionamento su Google

(link building, link earning, digital PR) 

I contenuti del sito web, correttamente ottimizzati vengono posizionati nei motori di ricerca attraverso tutte le attività off page tali da accrescerne la popolarità e con essa l’attribuzione di ranking. Le attività nello specifico sono:

  1. Link building: tecniche di ottenimento link verso il sito web da blog, forum, directory tematiche e portali di informazione attraverso commenti, article marketing, comunicati stampa, guest post. (almeno 2 link al giorno);
  2. Co-occurrence: correlazione di chiave di brand + chiave di ricerca attraverso commenti su blog e forum allo scopo di posizionare contenuti specifici, oppure occorrenza di parole chiave tramite algoritmi LSI – LSA secondo streategia SEO semantica.

Tempo di sviluppo minimo: 3 mesi

Costo medio posizionamento Google € 800,00 + iva (al mese)
Leggi di più sul posizionamento nei motori di ricerca


Creazione sito web ottimizzato per il posizionamento su Google

La realizzazione di un sito web dotato di una struttura dei contenuti ottimizzata per i seguenti punti:

  • Categorizzazione degli articoli ottimizzata per tag
  • Ottimizzazione meta tag keywords e description
  • Ottimizzazione titoli di pagina e intestazioni
  • Inserimento codici Google analytics
  • Inserimento Google authorship
  • Georeferenziazione del sito web
  • Ottimizzazione per la visualizzazione su periferiche mobile

Tempo di sviluppo: 30 giorni lavorativi

Costo realizzazione sito web ottimizzato SEO: da € 2.500,00 + iva a € 5.000 + iva

 

(tratto da www. seogarden.net, edito da Francesco Margherita)

Pubblicato in SEOs | Lascia un commento