Babbo Natale Running a Besozzo … Ohh !!… Oohhh … OoOOhhhh !!

(domenica 26 novembre)

Stamane va di scena a Besozzo la 6^ edizione della ‘Babbo Natale Running’ di Besozzo (.. un pò in anticipo sul calendario !!? … ma tant’é !!).

Ad accoglierci una fredda mattinata salutata da un gelido vento che non accenna a diminuire; neppure il sole splendente non riesce a fare alcunché contro quest “morsa” !!!
Buonissima la partecipazione locale, singoli o famiglie,  soprattutto delle scuole (4 diversi gruppi !!).

 

 

 

 

 

Giungo come sempre di buon anticipo nel centro di Besozzo da dove partirà la manifestazione. Sbrigate le formalità dell’iscrizione e una volta tornato alla macchina, effettuo un breve mesto riscaldamento e subito eccomi di fronte tante facce .. ben note : dapprima l’organizer Mariangela Soma, Pietro Frendino con nipotina, Renato Pegorin che chiacchiera con un amico comune, ex collega di lavoro; poi una volta tornato sul viale principale ecco Marco Tiozzo, il piccolo grande Jacopo col papà – a riposo entrambe oggi … -; gli amici della Sacra Famiglia di Cocquio Trevisago, Lidio Bertoncello e gli altri amici dei 7 Laghi Runners. Mauro Contini, “Elisa Bionda”, Gianni Giamberini, l’amico Gianni Belotti con Francesca e tanti altri ! …

 

 

 

 

 

Poco dopo le 10 dunque il via. dapprima i ragazzi, sull’ordinaria distanza di 2 km, i quali partono un pò alla spicciolata, qualche minuto dopo i partecipanti al percorso lungo di 6,4 km. Proprio le prime centinaia di metri risultano i più scombussolati del percorso, a mio parere, non tanto per “la scelta” quanto forse per la mancanza di una qualche opportuna segnalazione che evitasse, causa un rialzo pedonale, una rovinosa caduta !
I primi km sono decisamente a ritmo sostenuto – anche per il sottoscritto – (‘ .. Mi sa qua pago il conto ! … – vagheggio -; profetico ??).
Dalla centralissima via di Besozzo ci dirigiamo verso la stazione delle FS per poi prendere una laterale che port nella parte antistante – pianeggiante – del paese, per poi riguadagnare la strada principale che nel giro di qualche centinaia di metri ci riporta sotto il gonfiabile.

dove è posta la deviazione fra i 2  i 6 chilometri – … Chi arriva e Chi … aaléee !! -. Questi ultimi prendono per la breve ridiscesa che porta nel quartiere di Bogno dove si incontra la prima asperità di giornata con l’ascesa di via Piave non tanto … tranquilla. Al culmine, deviamo per zig-zagare fra le vie del paese, e ritrovarci sul tratto “alto” della ‘Camminata di S Anna’, organizzata sempre qui a Besozzo nell’ambito del circuito del Piede d’Oro. Dritti lungo via Monteggia prima e via Vasconi poi dunque l’impegnativa via Regina Pirinoli, per tramite della cui sopraelevata torniamo verso la zona abitata. Facciamo così una “capatina”della casa di riposo locale’ (‘Ohh ! Oohhh !! …’) percorrendo a ritroso rispetto a quanti fatto quest’estate nell’ambito della tappa del Piede d’Oro la famelica scalinata.  Riusciti ci dirigiamo per lambire la chiesa prepositurale dei Santi Alessandro e Tiburzio.

Mancano ora press’a poco 2 chilometri quando si scende dalla parte alta di Besozzo per riguadagnare la zona del municipio: dapprima la risalita di via Montello, quindi si raggiunge l’impegnativa risalita nella parte vecchia caratteristica del paese con il suo ciottolato e nei pressi dell’osteria ‘Del Sass’, e così ridiscendere il “Viale dei Tigli” verso ls parte bassa di Besozzo Inferiore e i suoi negozi; ai piedi, brusca deviazione per prendere nuovamente via Vasconi.

Poco più avanti, ennesimo cambio di direzione ed eccoci ridiscendere verso piazza I° Maggio con la sua fontana per le ultime centinaia di metri. Ridiscese via Indipendenza e poi G. Mazzini passiamo davanti al municipio ma quasi inaspettatamente invece di imboccare via Adamoli ci dirigiamo verso piazza Garibaldi in leggera ascesa; qui, a mò di Dulcis in Fundo, ennesima deviazione per l’impegnativa risalita di via Monte Santo attraverso cui si raggiunge la frazione di Cardana … Fortunatamente, di là a poco ridiscendiamo verso via Pasubio e poi R. Pirinoli, la quale corre parallela alla centralissima vis XXV Aprile per le ultime centinaia di metri.

A seguire una lunga “striscia” delle premiazioni che va a far contenti i gruppi come gli improvvisati locali, grandi e piccini, oltre che gli assoluti. Da Emidio, accompagnatore dei ragazzi dell’istituto di Cocquio, un gesto inaspettato: premiato il suo gruppo vedendomi non mi fa mancare un “gimmefive” e mi omaggia di una medaglia ricordo !!

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in MondoPodismo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...